Casola Valsenio

La Provenza in miniatura

Il Borgo sorge nella Valle del Senio, tra le verdi colline che separano l’Emilia Romagna e la Toscana. Il paese è famoso per le erbe officinali, soprattutto per la lavanda considerata la regina di Casola Valsenio.

La zona, abitata sin dalla preistoria, prende vita quando i monaci benedettini vi costruirono la maestosa Abbazia di Valsenio e bonificarono il territorio, rendendolo fertile e adatto alle piantagioni. Fu teatro della lotta tra Guelfi e Ghibellini, e fu sempre contesa da molti signori che ne bramavano il possedimento, tra cui; I Visconti di Milano, i Manfredi di Faenza, gli Sforza di Imola e Forlì, fino a quando non ci fu la battaglia decisiva che assoggetterà il borgo ai Borgia. Nel XV secolo si mise sempre più in luce la famiglia dei Ceronesi, per la loro ricchezza e la loro importanza che avevano acquistato nel paese e per i paesani stessi. Nel 1523, riuscirono persino a sconfiggere i signori di Imola, grazie alla cosiddetta “Battaglia dell Botti”, fatte ruzzolare dalla rocca dei Ceronesi, che era posta in alto rispetto al paese. La supremazia dei Ceronesi fu sedata poi dai De Medici e da Papa Pio IV, che dovettero inviare 5000 uomini.

Partendo dalla Piazza Luigi Sasdelli, che fino al ‘800 ospitava il Mercato della Seta, oggi invece è il luogo del Mercato delle Erbe.  Proprio dalla piazza principale del paese si dirama Via Matteotti, che percorre le sponde del fiume Senio, un tempo luogo vitale del paese con botteghe, locande e calzolerie. Oggi se lo percorriamo, possiamo visitare la parte antica del borgo; l’antica torre civica, la chiesa di Santa Maria Assunta e la Piazza Alfredo Oriani. A Sud del dell’abitato, tra il Senio e il Santerno, c’è un luogo profondamente legato al ricordo dei partigiani e dei caduti della seconda guerra mondiale: La Rocca di Monte Battaglia, dove venne combattuta una delle battaglie più sanguinose tra il 26 settembre e l’11 ottobre 1944.

Il giardino delle Erbe:

Il giardino delle erbe, fondato nel 1975 dal botanico Augusto Rinaldi Ceroni, esteso su 4 ettari con circa 450 varietà di erbe provenienti da tutte le parti del mondo. Oggi è un importante centro di ricerca, dove si trova anche un laboratorio, un essicatoio e un’olfattoteca. Tra metà giugno e agosto si possono ammirare 20 varietà di lavanda, lungo una via percorribile chiamata la Strada della Lavanda.

 

Per Informazioni:
Pro Loco di Casola Valsenio
Indirizzo: Via Roma 48/a, Casola Valsenio, 48032, RA
Telefono: 054673033
Email: proloco.casolavalsenio@gmail.com

Dove dormire e mangiare a Casola Valsenio?

  • La Locanda il Cardello, via Cardello 11, tel. 0546.73917
  • Agriturismo il Poggiolo, via Sintria 9, tel. 0546.76080
  • Agriturismo Castagnolo, via Fabbrica 3, tel. 328.4397125
  • Ristornate Il Prato dei Fiorentini, via Cardello 22, tel. 0546.708775

Prodotti Tipici

  • Piante officinali e aromatiche
  • Tartufo
  • Affettati di Mora Romagnola
  • Marroni e Castagne
  • Frutti dimenticati (giuggiole, cotogni, pere volpine, corbezzoli)

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.